• home
  • news
  • patologie cutanee: quali sono le più frequenti?

Patologie cutanee: quali sono le più frequenti?

La pelle è l’organo più esteso del corpo umano e svolge funzioni fondamentali a livello di difesa da agenti esterni, regolazione termica e perdita di fluidi. Esistono molte condizioni che ne possono compromettere la funzionalità

25 November 2019

La pelle è l’organo più esteso del corpo umano e svolge funzioni fondamentali a livello, ad esempio, di difesa da agenti esterni, di regolazione termica e della perdita di fluidi. Esistono molte condizioni che ne possono compromettere la funzionalità, siano esse dovute ad agenti esterni irritanti o allergizzanti, a caratteristiche genetiche o a problemi a livello immunitario.

Le malattie cutanee più diffuse sono:

  • La cheratosi attinica, condizione pre-maligna dovuta all’esposizione cronica alla luce solare e che si manifesta con macchie rosa-rosse sulle aree del corpo più esposte quindi cuoio capelluto, volto, braccia e dorso delle mani
  • Rosacea, malattia infiammatoria cronica che colpisce prevalentemente donne adulte e provoca arrossamenti e ispessimenti cutanei, nella maggior parte dei casi a livello del volto
  • Eczema, termine generico riferito a manifestazioni sintomatiche che possono avere origini diverse, accomunate da gonfiore della pelle, arrossamenti, secchezza cutanea, prurito. Il tipo più comune di eczema è quello dovuto alla dermatite atopica, tipica di neonati e bambini
  • Acne, che comporta la formazione di brufoli in corrispondenza di follicoli piliferi infiammati
  • Verruche, escrescenze cutanee dovute all’infezione da virus HPV, che tendono a guarire spontaneamente
  • Vitiligine, malattia probabilmente autoimmune caratterizzata dalla presenza di aree cutanee bianche (depigmentate)
  • Psoriasi, un disturbo della crescita dei cheratinociti (un tipo di cellule della pelle) che si manifesta con aree cutanee arrossate, pruriginose, ispessite e con squame biancastre
  • Tumori della pelle, classificati in base al tipo cellulare da cui originano, sono più frequenti in chi si espone molto al Sole senza utilizzare creme protettive, nei soggetti dalla pelle chiara, negli anziani; mostrano anche familiarità